top of page

Grande spettacolo a San Daniele e Osoppo per i Giri d'Italia su strada e CX

Il Friuli si è tinto di rosa per accogliere il Giro d'Italia nella Udine-San Daniele e il Giro d'Italia Ciclocross al Parco del Rivellino di Osoppo


MARTEDI' 20/10 - Dopo il secondo giorno di riposo in terra friulana, il 103esimo Giro d'Italia è ripartito con la sedicesima tappa, la Udine-San Daniele del Friuli di 229 chilometri. Dopo la grande festa in Piazza Libertà e le tante persone a bordo strada nel centro di Udine, il gruppo si è diretto verso il primo GPM di giornata, la Madonnina del Domm. Sulle rampe che hanno portato i corridori a Canebola sono evasi dal gruppo 28 corridori: il nostro Matteo Fabbro, Samitier, Warbasse, Swift, Felline, O'Connor, Bidard, Guerreiro, Plojanski, Puccio, Battaglin, Rubio, Bernard, Rosskopf, Vendrame, Visconti, Tratnik, Tonelli, Boaro, Bouchard, Malecki, Cepeda, Rota, Oldani, Bisolti, Conti, Zana e Whelan. Dopo aver scalato i GPM di Madonnina del Domm (vinto da Guerreiro), Monte Spig e Monteaperta (vinti dalla maglia blu Visconti), i corridori sono entrati nel circuito finale da ripetere tre volte, con la scalata al Muro di Ragogna, lo strappo del Castello di Susans e l'impegnativo finale a San Daniele. Il primo attacco è stato portato da Boaro e Tratnik, con lo sloveno che poi è riuscito a staccare il corridore dell'Astana, involandosi tutto solo. Sull'ultimo passaggio al Muro di Ragogna O'Connor e Swift hanno provato il tutto per tutto, ma solo l'australiano dell'NTT è riuscito a raggiungere il battistrada proprio in vista del GPM.

La coppia formatasi è arrivata con circa un minuto di vantaggio ai piedi dello strappo finale del "Macello Vecchio", dove Jan Tratnik ha trovato le ultime energie ed è riuscito a staccare Ben O'Connor, alzando le braccia al cielo sotto il traguardo di San Daniele. Il friulano di Codroipo Matteo Fabbro ha onorato la sua prova fino all'ultimo metro, andando a concludere la tappa in ottava posizione. Davide Cimolai, invece, ha chiuso questa frazione friulana al 122esimo posto.

E' iniziata la 75esima edizione della Vuelta a España con l'impegnativa Irun-Arrate. Vittoria e prima maglia rossa per lo sloveno Primoz Roglic che ha battuto Carapaz e Daniel Martin. Il nostro Enrico Gasparotto, in gara con la maglia dell'NTT Pro Cycling, ha terminato in 83esima posizione.

MERCOLEDI' 21/10 - 17esima tappa del Giro d'Italia con partenza da Bassano del Grappa e arrivo a Madonna di Campiglio. Gloria per la fuga di giornata che ha visto imporsi in solitaria Ben O'Connor, secondo il giorno prima a San Daniele, davanti a Pernsteiner e De Gendt. 36esimo posto per il nostro Matteo Fabbro, mentre Davide Cimolai ha chiuso in 126esima posizione.

Seconda giornata alla Vuelta a España con un'altra tappa impegnativa in cui gli uomini di classifica si sono dati ancora una volta battaglia. Vittoria solitaria per Marc Soler davanti a Roglic e Daniel Martin, mentre Enrico Gasparotto ha chiuso in 115esima posizione.

GIOVEDI' 22/10 - Rivoluzione doveva essere, e rivoluzione è stata. La 18esima tappa da Pinzolo ai Laghi di Cancano dopo aver scalato il Passo dello Stelvio ha modificato completamente la classifica generale del Giro d'Italia. Infatti, ai 1935 metri dei Laghi di Cancano Jai Hindley ha battuto in volata Tao Geoghegan Hart, mentre Wilco Kelderman è andato ad indossare la maglia rosa con pochissimi secondi di vantaggio. Matteo Fabbro della BORA-Hansgrohe ha chiuso in 51esima posizione e Davide Cimolai dell'Israel Start-Up Nation al 105esimo posto.

Primo arrivo in salita alla Vuelta a España ai 1718 metri della Laguna Negra de Vinuesa. Questa volta è stato il turno di Daniel Martin che ha battuto in volata Roglic e Carapaz. 83esimo posto finale, invece, per Enrico Gasparotto.

VENERDI' 23/10 - 19esima tappa del Giro d'Italia che è stata accorciata di quasi 120 chilometri dopo le richieste dei corridori con partenza da Abbiategrasso e arrivo ad Asti. Altra gioia per la fuga, questa volta con il ceco Josef Cerny che ha attaccato ai meno 22 dall'arrivo e ha resistito al ritorno di 5 avversari. Giornata molto tranquilla per il gruppo, con Matteo Fabbro che ha chiuso in 56esima posizione e Davide Cimolai in 101esima.

Prima tappa riservata ai velocisti alla Vuelta a España, che ha visto festeggiare Sam Bennett davanti a Philipsen e Mareczko. 37esima posizione nella pancia del gruppo per Enrico Gasparotto.

SABATO 24/10 - Penultima tappa del Giro d'Italia che ha visto protagonisti ancora una volta Jai Hindley e Tao Geoghegan Hart. Alla fine sul traguardo di Sestriere seconda vittoria di tappa per l'inglese dell'INEOS Grenadiers davanti all'australiano del Team Sunweb, che è andato però a vestire la maglia rosa per soli pochi centesimi di vantaggio. 46esimo posto per il nostro Matteo Fabbro, mentre 69esima posizione per Davide Cimolai, protagonista nella prima parte di gara entrando nella fuga di giornata.

Prima gioia per la fuga nella quinta tappa della Vuelta a España, con Tim Wellens che ha anticipato Guillaume Martin e Arensman. Il friulano Enrico Gasparotto, invece, ha chiuso la sua prova in 84esima posizione.

L'81° Coppa San Vito, corsa proprio a San Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone, è stata ancora una volta una gioia per il Cycling Team Friuli. Infatti, dopo la vittoria di Ferronato lo scorso ottobre, quest'anno ad imporsi sul traguardo di Viale San Giovanni è stato il bellunese Andrea Pietrobon, che all'ultima gara del 2020 ha portato a casa la sua prima vittoria. Una gara che è stato un affare dei 20 atleti in fuga, tra cui anche Andrea De Biasi del CTF. Andrea Pietrobon ha sferrato l'attacco a circa 20 chilometri dalla conclusione, mantenendo su un drappello di cinque inseguitori sempre 20/30 secondi di vantaggio e giungendo a braccia alzate sotto lo striscione del traguardo. Il giovane bellunese è andato così ad indossare la maglia di campione regionale del Friuli Venezia Giulia Under 23, facendo felice il ds Renzo Boscolo che a fine gara ha detto: "Siamo legati a questa corsa, come a tutte le altre prove che si disputano in Friuli e siamo felicissimi di aver raccolto il terzo successo consecutivo su questo traguardo, anche perchè ad alzare le braccia al cielo è stato uno dei ragazzi più generosi del nostro gruppo che, dopo aver lavorato per tutta la stagione per i compagni di squadra, ha colto al volo questa bella occasione. Chiudiamo così con una bellissima vittoria una stagione che, nonostante tutto, è stata memorabile per il nostro team. Se nel prossimo fine settimana ne avremo la possibilità andremo all'assalto anche del Campionato Italiano Cronometro a squadre".

A Dalton, in Georgia (USA), Filippo Ridolfo ha chiuso la prova su strada del Dalton Grand Prix al secondo posto, completando un podio tutto firmato dal Team Novo Nordisk Development.

DOMENICA 25/10 - Si è conclusa la 103esima edizione del Giro d'Italia con la cronometro da Cernusco sul Naviglio a Milano. Quarta vittoria di tappa per il campione del mondo Filippo Ganna (ha vinto tutte e tre le prove contro il tempo), ma soprattutto trionfo in classifica generale per il compagno di squadra dell'INEOS Grenadiers Tao Geoghegan Hart, capace di dare 39 secondi in 16 chilometri al suo rivale Hindley. 56esimo posto nella crono per il nostro Matteo Fabbro, che ha concluso così questo suo magnifico Giro in 23esima posizione. Davide Cimolai, invece, è arrivato 113esimo chiudendo la Corsa Rosa in 118esima posizione.

Sesta tappa della Vuelta a España con l'arrivo posto in cima all'Aramon Formigal dopo la cancellazione del Tourmalet. A trionfare è stato il fuggitivo Ion Izaguirre davanti a Woods e Rui Costa, mentre Enrico Gasparotto ha chiuso in 84esima posizione.

A Vigasio, in provincia di Verona, gli Allievi si sono dati battaglia nel Trofeo Petrucci - Trofeo Vigasio Eventi, dove il nostro Marco Di Bernardo ha ottenuto un'ottima quinta posizione.

Pur nel rispetto delle normative anti-Covid, è stato uno spettacolo la quarta tappa del Giro d'Italia Ciclocross 2020/2021. Il Parco del Rivellino di Osoppo, in provincia di Udine, ha ospitato la carovana rosa e oltre 800 atleti iscritti, pronti a sfidarsi sul bellissimo tracciato disegnato dagli organizzatori del Jam's Bike Team Buja.

La festa si è "conclusa" con la gara degli Uomini Open che ha riservato al pubblico presente sulle colline del Parco parecchie sorprese. Infatti, prima Folcarelli è stato messo fuori causa da una caduta con relativo problema meccanico, e in seguito la maglia rosa Dorigoni ha letteralmente spaccato in due la catena. E' stata comunque una gara molto veloce corsa su un tracciato asciutto e non rovinato con gli atleti di testa che non si sono mai risparmiati. Alla fine a festeggiare in volata è stata la maglia bianca Pavan davanti a Fontana, Cominelli e a Davide Toneatti dell'ASD DP66 Giant SMP. Sesto posto, invece, per il compagno di squadra Tommaso Bergagna, autore di una gara tutta in rimonta, 20esimo posto per Alberto Brancati davanti a Matteo Vidoni, 31esimo per Alberto Cudicio davanti a Riccardo Costantini, 41esimo per Andrea Perosa e 45esimo per Luca Luvisutto.

Altra gara che si è risolta solo in volata è stata quella delle Donne Open, con la campionessa italiana Francesca Baroni che ha anticipato Gaia Realini e la nostra Sara Casasola, aumentando il suo vantaggio in classifica generale. Ottimo 12esimo posto per Elisa Rumac, seconda tra le Juniores, che è tornata a vestire la maglia bianca. Romina Costantini ha chiuso in 14esima posizione, Asia Zontone in 16esima, Alice Papo in 19esima, Elisa Viezzi in 21esima, Lisa Canciani in 24esima e Lucrezia Braida in 26esima.

Tra gli Juniores, invece, ha brillato la maglia rosa di Carrer, con il ragazzo pugliese che ha anticipato sul traguardo Barazzuol e Paletti. Settimo posto per Bryan Olivo dell'ASD DP66 Giant SMP, autore di una buona prova sempre assieme ai migliori. 15esimo posto per Cristiano Di Gaspero davanti a Tommaso Tabotta, 19esimo per Luca Toneatti, 27esimo per Fabio Drusin (coinvolto in una caduta al primo giro), 44esimo per Alessio Menghini, 59esimo per Assi Della Mea e 62esimo per Francesco Mestroni.

Negli Allievi vittoria per Simone Vari davanti a Prà e al nostro Stefano Viezzi dell'ASD DP66 Giant SMP. Ottimo anche il quinto posto conquistato da Tommaso Cafueri dell'Acido Lattico Team; da segnalare tra gli altri il 23esimo posto per Andrea Montagner, il 27esimo per Alessio Paludgnach, il 37esimo per Leonardo Ursella, il 39esimo per Tommaso Nadalini e 49esimo per Nicholas Serafini davanti a Alessandro Da Parè.

Tra le Donne Allieve, invece, vittoria della Venturelli davanti a Corvi, Temperoni e alla nostra Bianca Perusin, mentre Alice Sabatino ha chiuso al 16esimo posto.

Nella gara riservata agli Esordienti trionfo per Da Rios davanti a Ettore Fabbro del Jam's Bike Team Buja e Proietti. Buon sesto posto di Federico Ballatore del Team Isonzo-Ciclistica Pieris, Tommaso Argenton ha chiuso al 15esimo posto, Simone Leo al 24esimo, Christian Pighin al 26esimo, Federico Fior al 32esimo, Simone Granzotto al 38esimo, Rudi Forgiarini al 42esimo, Patrizio Battisacco al 46esimo davanti a Mirco Colledani, 62esimo di Riccardo Dorigo Viani e 67esimo Thomas Collini.

Infine tra le Donne Esordienti vittoria di Elisa Ferri davanti a Ilaria Tambosco del Jam's Bike Team Buja e Bassignana. Ai piedi del podio ha chiuso Martina Montagner, al settimo posto troviamo Nadia Casasola, al 17esimo Eleonora Deotto e al 21esimo Piera Barattin.

© Foto di Alessandro Billiani

La prova di Osoppo, che è stata anche il 14° Memorial di Jonathan Tabotta, ha assegnato i titoli di campioni regionali ciclocross 2021 in tutte le categorie. I vincitori delle maglie sono tra gli Elite Alberto Cudicio (ASD DP66 Giant SMP), tra gli Under 23 Davide Toneatti (ASD DP66 Giant SMP), tra le Donne Under 23 Sara Casasola (ASD DP66 Giant SMP), tra gli Juniores Bryan Olivo (ASD DP66 Giant SMP), nelle Donne Juniores Elisa Rumac (ASD DP66 Giant SMP), tra gli Allievi 2° anno Tommaso Cafueri (Acido Lattico Team), tra quelli del 1° anno Stefano Viezzi (ASD DP66 Giant SMP), tra le Donne Allieve 2° anno Gaia Santin (ASD DP66 Giant SMP) e 1° anno Bianca Perusin (ASD DP66 Giant SMP), tra gli Esordienti Ettore Fabbro (Jam's Bike Team Buja) e infine tra le Donne Esordienti Ilaria Tambosco (Jam's Bike Team Buja). Per vedere tutti i risultati delle gare, clicca qui.

 

#matteofabbro #davidecimolai #enricogasparotto #marcodibernardo #davidetoneatti #tommasobergagna #matteovidoni #albertocudicio #riccardocostantini #andreaperosa #lucaluvisutto #saracasasola #elisarumac #rominacostantini #asiazontone #alicepapo #elisaviezzi #lisacanciani #lucreziabraida #bryanolivo #cristianodigaspero #tommasotabotta #lucatoneatti #fabiodrusin #alessiomenghini #assdellamea #francescomestroni #stefanoviezzi #tommasocafueri #andreamontagner #alessiopaldugnach #leonardoursella #tommasonadalini #nicholasserafini #alessandrodaparè #biancaperusin #alicesabatino #ettorefabbro #federicoballatore #tommasoargenton #simoneleo #christianpighin #federicofior #simonegranzotto #rudiforgiarini #patriziobattisacco #mircocolledani #riccardodorigoviani #thomascollini #ilariatambosco #martinamontagner #nadiacasasola #eleonoradeotto #pierabarattin #filipporidolfo #albertobrancati

45 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


© foto di 

bottom of page